News

Intervista al Presidente del Consorzio Vision

 
12.02.2014

INTERVISTA AL PRESIDENTE DEL CONSORZIO VISION GIANCLAUDIO SCHIAVON

Verrebbe da dire che se il Consorzio Vision non esistesse, bisognerebbe inventarlo; GolfVeneto si è recato nella sede trevigiana del Consorzio dove ha avuto modo di dialogare con il suo Presidente  Gianclaudio Schiavon; un passato da consulente e formatore nell’area marketing e comunicazione, Gianclaudio, Deus Ex Machina del Consorzio, riesce trasmettere, anche attraverso il suo sguardo, tutta la sua grande umanità.

D. Presidente, come nasce Consorzio Vision?

Nasce nel 1997 ad opera di quattro cooperative di trasporto disabili; la prima sede era a Villorba, praticamente solo una stanza dove io facevo un po’ di tutto;  ma il Consorzio è cresciuto perché, al trasporto dei disabili, è stato aggiunto anche quello in ambulanza di persone malate. L’idea che ci ha da sempre guidato è quella di fornire sempre più valore aggiunto ai nostri servizi. Così, oggi, la sede è questa e quelle persone che vede dietro il vetro sono progettisti di servizi che, poi, verranno coordinati da altre persone. 

D. Allora voi non fornite solo servizio di trasporto.

Certo che no! Oggi siamo in grado di offrire un ventaglio di servizi veramente ampio e, sicuramente, a prezzi calmierati. Quando progettiamo un servizio ci mettiamo sempre nei panni dell’utente ed allora è stato quasi naturale offrire alle persone una serie di prestazioni che tenessero conto delle specifiche  esigenze e, l’esigenza più grande – mi creda – è quella di poter invecchiare, per quanto possibile, all’interno della propria casa.

D. Qualche esempio di servizio?

Si metta nei panni di un anziano che, anche se autosufficiente, abbia bisogno di essere accudito per qualche ora a casa sua o che, semplicemente, abbia bisogno di un idraulico o di qualsiasi altra cosa come, ad esempio, una mano per la pulizia della casa;  vede, di comune accordo con l’assistito viene stabilito un progetto di intervento che tiene conto dei bisogni personali e familiari e delle disponibilità economiche.

D. Insomma, servizio alla persona a tutto tondo a prezzi calmierati.

Direi di si; offriamo servizi alla persona come assistenza o attività sanitarie, ma ci occupiamo anche del governo dell'ambiente e della manutenzione della casa. Ci avvaliamo quindi di diverse professionalità che vanno dall'infermiere all'elettricista. andiamo dal supporto assistenziale e domestico diurno alla sorveglianza notturna; dal supporto sanitario alle consulenze specialistiche e ai trasporti e, in fine, alla garanzia delle badanti. Per questi servizi è sufficiente chiamare il nostro numero verde.

D. Una realtà imprenditoriale impegnativa.

Sicuramente, ma moltissime sono le persone e le professionalità coinvolte con Vision; sono circa 280 i collaboratori esterni da noi selezionati e con noi convenzionati.

D. Come vede il futuro?

Il Consorzio è in continua espansione anche, purtroppo, a causa della crisi; credo che una parola debba esser spesa per tutte quelle persone che vi collaborano e che, quotidianamente con abnegazione e umanità, svolgono il proprio lavoro; vorrei ricordare, inoltre, l’appassionato lavoro dei componenti della struttura che mettono a disposizione la loro creatività finalizzata alla messa a punto di sempre nuovi e preziosi servizi rivolti alle persone più fragili.